E' stato presentato lo scorso 10 maggio al Salone Internazionale del Libro di Torino e promette di coniugare la creatività e le capacità tecnologiche degli studenti: è il nuovo Premio promosso dal Centro per il libro e la lettura, "Quando i ragazzi ci insegnano", un invito ai ragazzi a “salire in cattedra” per una video lezione sul loro libro preferito.

Lo scrittore e insegnante Eraldo Affinati, ideatore del Premio, ne ha spiegato spirito e obiettivi, alla presenza di tre classi del Liceo Scientifico G. Galilei di Pescara, del Liceo Giordano Bruno di Torino e dell’I.I.S. Majorana di Torino, coinvolte in una sorta di “esperimento zero” di quello che sarà il funzionamento del concorso. 

 

Il compito di chi vorrà cimentarsi, infatti, sarà di raccontare in un breve video il proprio libro preferito, presentandone insieme autore e trama e trovando la chiave interpretativa e recitativa migliore per convincere anche altri a leggerlo. Il risultato sarà una vera e propria video lezione che sarà sottoposta ad una giuria di esperti. Il premio per gli studenti vincitori sarà un breve soggiorno in una capitale europea per tenere la loro lezione presso l’Istituto Italiano di Cultura della città, alla presenza di alunni delle scuole superiori italiane locali. Inoltre, alla scuola dei ragazzi vincitori verrà donato un kit di libri.

Il lancio avverrà entro settembre 2019 da parte del MIUR, partner del progetto. La lezione tenuta dagli studenti dovrà rispondere a tre requisiti: rigore didattico, originalità dell’esposizione, passione. Il Centro per il libro visionerà tutti i materiali pervenuti e selezionerà i migliori 20/25 video che verranno poi segnalati in rappresentanza delle proprie regioni di appartenenza e sottoposti alla giuria di esperti appositamente nominata. La giuria sceglierà i tre video vincitori, che verranno proclamati al Salone del libro di Torino 2020.

 

Le foto dell'incontro

  • QIRCI_1
  • QUIRCI_2
  • QUIRCI_3
  • QUIRCI_4
  • QUIRCI_5
  • QUIRCI_6
  • QUIRCI_7
  • QUIRCI_8
  • QUIRCI_9