Il Book Pride, la fiera nazionale dell’editoria indipendente giunta alla quinta edizione, torna a Milano, questa volta alla Fabbrica del Vapore da venerdì 15 a domenica 17 marzo. 250 gli appuntamenti in programma, 200 gli editori presenti.

Tema di quest’anno ‘Ogni desiderio’, che verrà declinato attraverso molti incontri multidisciplinari. Ad ospitarli gli ampi spazi di via Procaccini, che consentono l’ampliamento delle attività. Rispetto all’anno scorso, è nettamente maggiore il numero di adesione: si passa da un centinaio di marchi editoriali del 2018 ai 160 di quest’anno, tra cui, per la prima volta, figurano anche Adelphi, Hoepli, la Nave di Teseo. Di ritorno, invece, marchi storici come Saggiatore, Iperborea, oltre ai più fedeli Sellerio e Minimum Fax. “Ora possiamo dare il meglio di noi senza essere contro nessuno”. Così la nuova direttrice generale Isabella Ferretti. La direzione artistica è affidata allo scrittore Giorgio Vasta.

Tra gli incontri principali, quello con la senatrice a vita Liliana Segre e il sindaco di Milano Beppe Sala, che racconteranno il messaggio politico e le testimonianze raccolte nel libro Liliana Segre. Il mare nero dell’indifferenza (People), a cura di Giuseppe Civati (sabato 16 marzo alle 11). In evidenza anche il dialogo tra Elena Stancanelli e l’anatomopatologa Cristina Cattaneo, autrice di Naufraghi senza volto, sui temi trattati dal testo (venerdì 15 marzo alle 19).

Clicca QUI per vedere il programma completo.

Potrebbe interessarti: http://www.milanotoday.it/eventi/book-pride–2019.html
Seguici su Facebook: http://www.facebook.com/MilanoToday

Condividi

shares