Si avvicina la terza edizione del Salone della Cultura di Milano, il 19 e 20 gennaio presso gli oltre 12.000 mq di SuperStudio Più in via Tortona 27. Il Salone, che nelle due precedenti edizioni ha raccolto a sé più di 60.000 visitatori, quest’anno si presenta in una veste fresca e rinnovata offrendo al suo numeroso pubblico un percorso culturale a 360°. Questa manifestazione culturale indipendente è l’evento di inizio anno più importante della città di Milano e vanta importantissime collaborazioni come quella con l’Associazione Figli della Shoah, con Fondazione 3M, con l’artista Vittorio Venturini, con la fotografa e travel blogger Maria Giorgia Romiti, con il collezionista Luciano De Donati e tanti altri. Il Salone si propone al pubblico come un insieme di esperienze davvero interessanti tra cui conferenze, esposizioni, laboratori, corsi e anteprime esclusive e con nuove prospettive culturali anche da un punto di vista dei contenuti. L’evento dimostra anche quest’anno una vicinanza al campo del sociale rivolgendosi con uno sguardo al futuro delle nuove generazioni ed in particolare con i giovani dell’alternanza scuola-lavoro della Scuola Professionale Galdus di Milano che vestiranno i panni di veri e propri ciceroni durante i due giorni della manifestazione.

Ce n’è davvero per tutti i gusti: dagli amanti dei libri, dell’arte, della fotografia, a quelli del viaggio e della storia che potranno assistere a mostre e conferenze e partecipare ai numerosi laboratori e corsi come quello di calligrafiadisegnofumetto e incisione, dove sbizzarrirsi e realizzare oggetti bellissimi come gioielli di carta, lampadari pop up, lampade kirigami e tableu floreali di carta. Gli amanti dei libri potranno cimentarsi nella ricerca di volumi di loro interesse grazie alle incredibili sezioni come La nuova Editoria, nelle sue svariate declinazioni quali Bambini, Saggistica, Orientalistica, Fumettistica, L’ALAI (Associazione Librai Antiquari Italiana), ILAB (International League of Antiquarian Booksellers) per chi è alla ricerca di edizioni rare e preziose ed infine Il Libro d’Occasione, dove scovare chicche davvero imperdibili.

Tra le numerose attività non mancano le mostre e le conferenze con ospiti eccezionali. Alcuni di essi sono: l’Associazione Figli della Shoah che porterà in esclusiva la mostra dedicata alla figura di Henryk Goldszmit, meglio conosciuto come Janusz Korczak, pedagogo, scrittore e medico polacco vittima della Shoah, autore di alcune opere ispiratrici della Convenzione dei Diritti dell’Infanzia (ratificata nel 1989 dall’Organizzazione delle Nazioni Unite), nonché portavoce di insegnamenti ancora attuali quali la condivisione delle regole, la solidarietà, la tolleranza e il rispetto; a seguire la mostra “Testimone del mondo”, un’esposizione a cura di Roberto Mutti che raccoglie 40 fotografie originali di Folco Quilici noto regista, scrittore e documentarista ferrarese che esprime in modo unico la bellezza dei paesaggi in diverse parti del mondo e quell’antica purezza dei luoghi ancora incorrotti e successivamente rovinati dalla civiltà occidentale. Ci sarà l’artista Vittorio Venturini che proporrà la mostra “Liber”, un’esposizione di opere (sculture, pitto-sculture e installazioni) realizzate con libri di scarto; un altro evento sarà l’incontro con la fotografa e travel blogger romana Maria Giorgia Romiti che si racconterà attraverso una mostra fotografica personale e che in questa edizione del salone si immedesimerà anche nel ruolo di relatrice, con una conferenza dedicata al tema del “Travel” e all’attività di travel blogger, con un occhio di riguardo verso il rispetto dell’ambiente; in esclusiva ci sarà la mostra “Nomade di Piccoli e Grandi Libri D’ Artista” dove il pubblico potrà ammirare la collezione personale del collezionista Luciano De Donati. Inoltre, come se non bastasse Xerox e Mediagraf offriranno durante i due giorni di manifestazione la possibilità a chi lo desidera di stampare gratuitamente il proprio libro.