Leggere ad alta voce è un’arte, ma ormai è anche una pratica virtuosa che tutti gli scrittori hanno imparato: si chiama reading ed è un modo di porgere il senso, il ritmo, la musica e l’emozione di un romanzo ad un pubblico di lettori ancora potenziali.

Leggere ad alta voce “bene” o “molto bene” vuol dire aver capito un’opera al punto da saperla interpretare e recitare. Tutti dovrebbero abituarsi a leggere ad alta voce, è un modo di partecipare, di essere partner dello scrittore, di imporgli le proprie intonazioni. E’ un modo di gustare appieno la lettura e di condividerla.

Per questo il Centro per il libro e la lettura in collaborazione con la Regione Lazio, dà il via al Festival della lettura ad alta voceProgetto di educazione alla lettura espressiva destinato agli studenti della scuola primaria, della secondaria di primo grado e della secondaria di secondo grado di cinque territori del Lazio. In particolare sono stati individuati e coinvolti cinque istituti per ciascuno dei tre ordini scolastici, nei capoluoghi delle province di Frosinone, Latina, Rieti e Viterbo e in un’area periferica di Roma.

Un Comitato di esperti ha selezionato una lista di libri dalla quali sono stati scelti due titoli (un classico e un contemporaneo) per ciascun ordine di scuola. Nel corso dell’anno scolastico gli insegnanti saranno affiancati da esperti di educazione alla lettura ad alta voce, che porteranno gli studenti ad una maggiore consapevolezza del testo e ad una efficace lettura dello stesso.

Tra i titoli su cui gli studenti si eserciteranno: Il Giornalino di Giamburrasca di Vamba per la scuola primaria, Il Barone rampante di Italo Calvino per la secondaria di primo grado, Io non ho paura di Niccolò Ammaniti per la secondaria di secondo grado.

Tra gli studenti coinvolti, l’insegnante selezionerà 2 finalisti per ciascuna classe, che si contenderanno i premi in palio sfidandosi in un Contest finale previsto il 12 maggio 2017, presso il Castello di S. Severa. Il Comitato sceglierà la migliore coppia per ogni ordine scolastico, per un totale di 6 vincitori. Ognuno dei vincitori riceverà un kit di “libri che fanno venire voglia di letteratura”, contenente 10 titoli.

Inoltre tutte le scuole partecipanti avranno un piccolo kit di libri per la biblioteca scolastica.