L’Importanza di essere piccoli ritorna dall’1 al 4 agosto con quattro giorni di festa, cadenzati da concerti, letture, passeggiate e laboratori. La condivisione di un tempo intimo e lieve, nella meravigliosa “compresenza” di animali e uomini, paesaggio, musica e poesia.


Le case coloniche, gli antichi molini, le pievi medievali, i borghi e i boschi dell’Appennino tosco-emiliano ospiteranno, tra gli altri, la musica e i versi di Angela Baraldi, Antonella Anedda, Massimo Volume, Jacopo Tomatis, Daniele Celona, Cecilia, Gigi Giancursi, Antonio Di Martino, Laura Pugno e Chiara Carminati. I molti ospiti della scena musicale e poetica italiana saranno al centro degli incontri e dei concerti serali, ma fin dal pomeriggio si potrà partecipare a laboratori per adulti e bambini, presentazioni di libri e brevi trekking con gli artisti. Una comunità in cammino orientata dalle parole rivoluzionarie di Aldo Capitini che invitano a un ascolto profondo, radunando in una “festa gentile” persone provenienti da tutt’Italia,

Tutti i giorni del festival a partire dalle 18:30 vengono attivati i Piccoli laboratori di fotografia mobile, dei workshop su come realizzare immagini speciali con il proprio cellulare. I laboratori sono condotti da Beatrice Bruni, fotografa esperta di social media.  L’importanza di essere piccoli fa parte di BolognaEstate 2019, il cartellone di attività promosso e coordinato dal Comune di Bologna Rete Civica Iperbole Bologna e dalla Città metropolitana di Bologna. Per info e prenotazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. I concerti e le letture sono a ingresso gratuito.