Torna a Roma, nella Nuvola dell’Eur progettata da Fuksas, Più libri più liberi, la Fiera Nazionale della Piccola e Media Editoria giunta quest'anno alla diciottesima edizione. L’appuntamento è dal 4 all’8 dicembre. La manifestazione è promossa e organizzata dall’Associazione Italiana Editori e quest’anno vedrà protagonisti oltre 520 espositori; più di 670 appuntamenti in programma, grazie ai quali sarà possibile ascoltare autori, assistere a letture, dibattiti, performance musicali e incontrare gli operatori professionali. "Più libri più liberi" è sostenuta, tra gli altri, dal MIBACT Centro per il libro e la lettura, che sarà presente con un proprio stand (P28 - piano Forum) ed un calendario dedicato di eventi.

Il tema scelto per questa edizione di Più libri più liberi è I confini dell’Europa. La Fiera ha voluto celebrare ponendo al centro del programma il tema nevralgico dell’Europa. “Una questione cruciale – per il nostro presente e per gli anni che ci attendono – da affrontare non attraverso speculazioni teoriche ma tramite discussioni aperte, dove confrontarsi su punti fondamentali come l’identità, il dialogo, i valori. Ma anche gli assetti geopolitici, la democrazia e i diritti civili. In un momento storico di grande passaggio e trasformazione culturale e politica, questo straordinario cantiere comune che è l’Unione europea ci chiama a immaginare quale futuro desideriamo per noi stessi e per il Continente. A questa chiamata, oggi più che mai urgente, vogliamo rispondere a Più libri più liberi”.

Per il secondo anno consecutivo, verranno presentate in Fiera le due cinquine finaliste del Premio Strega Ragazze e Ragazzi, promosso da Fondazione Maria e Goffredo Bellonci e da Strega Alberti Benevento – organizzatori del Premio Strega – con il Centro per il libro e la lettura, BolognaFiere-Bologna Children’s Book Fair e BPER Banca, assegnato a libri di narrativa per bambini e ragazzi pubblicati in Italia, anche in traduzione, tra il 1° luglio dell’anno precedente e il 30 giugno dell’anno in corso (Mercoledì 4 ore 13.30 e Giovedì 5 dicembre ore 10.30, Sala Luna). Grazie alla collaborazione con una rete di scuole primarie e secondarie in tutta Italia e all’estero, saranno proprio i giovanissimi lettori a decretare, con il loro voto, i vincitori nelle due categorie (+6, per i libri dedicati a lettori dai 6 ai 10 anni, e +11, per i libri dedicati ai ragazzi dagli 11 ai 15 anni). 

Continua la collaborazione tra Più libri più liberi e le istituzioni nazionali e locali. Il Centro per il libro e la lettura è presente in Fiera con un suo stand e con una serie di appuntamenti e laboratori, così come la Regione Lazio che conferma il Buono Libro per gli studenti, allargando l’iniziativa anche ai possessori della LAZIO YOUth CARD. Roma Capitale e l’Istituzione Biblioteche di Roma rinnovano la collaborazione con la manifestazione anche attraverso le molte iniziative dedicate ai ragazzi, dalla lettura condivisa con Nati per Leggere alle novità Nati per la musica e il corner dedicato al Bookcrossing, uno spazio libero in cui ognuno potrà prendere e/o lasciare i propri libri preferiti, anche in lingua straniera. 

Si rafforza e si amplia il polo Business, l’area professionale, ideata e gestita direttamente dall’Aie, in collaborazione con ALDUS, la rete europea delle fiere del libro coordinata da Aie e co-finanziata dalla Commissione Europea nell’ambito del programma Creative Europe. Quest’anno il polo – punto di incontro tra gli editori, le aziende della filiera e il pubblico professionale – consolida la sua centralità in un’area organica di 500 metri quadrati, composta dal Business Centre al Piano Forum della Nuvola e dal Rights Centre al Livello N5, che il 6 dicembre, per la prima volta, diventerà Area Book Influencer, per veri e propri speed date tra book influencer ed editori. Proprio ai temi della comunicazione e del marketing, ma anche della Professione editore e ovviamente della dimensione internazionale, anche in vista dell’Italia Ospite d’onore al Salon du Livre 2021, sarà dedicato l’intero programma professionale. Ventuno appuntamenti, che funzionano come occasione formativa per gli editori e gli addetti ai lavori, che saranno aperti da alcune indagini inedite, realizzate da AIE, Nielsen e ISTAT. In occasione della manifestazione saranno presentati anche i primi dati dell’indagine aggiornata sull’Osservatorio import-export dei diritti, a cura di AIE. E, dopo otto anni, un aggiornamento sull’indagine delle biblioteche scolastiche condotta sulle scuole italiane in collaborazione con MIUR, Centro per il libro e la lettura e Associazione Italiana Biblioteche.

Clicca QUI per scoprire il programma completo.

pdf Il programma del Cepell a PLPL 19