Torna dal 29 novembre al 1 dicembre 2019 la XIII edizione di Bilbolbul, il festival del fumetto della città di Bologna. Il tema della nuova edizione – curata come sempre da Associazione Culturale Hamelin – sarà lo “spaesamento”, inteso come «condizione costitutiva del presente» che si manifesta sotto diverse forme: «La perdita di memoria storica, la disarmonia coi territori che abitiamo o attraversiamo, una crisi generale dell’immaginario che rende difficile pensare un futuro possibile. Una condizione che, però, ha anche una componente generativa, perché quando saltano tutte le coordinate le possibilità si moltiplicano, anche sul piano dell’espressione artistica».

 Quest’anno gli autori e le autrici internazionali hanno lavorato sul tema dello spaesamento, con prospettive diverse: dalle riflessioni sulla memoria storica di Nora Krug proposte nella mostra “Heimat“ ( 30 novembre 2019 – 6 gennaio 2020 presso il Museo internazionale e biblioteca della musica); a quelle sulle migrazioni di Yvan Alagbé, intitolata “Una Storia d’Amore” ( 30 novembre – 20 dicembre 2019 presso l’ Accademia di Belle Arti di Bologna); allo straniamento sottile dei racconti di Chris Reynolds la cui mostra è intitolata significativamente, “Giorni nuovi… E migliori?” (30 novembre – 20 dicembre 2019 all’interno dello Spazio B5). Un tema che tocca anche le proposte per lettori e lettrici più piccoli con le autrici lituane Jurga Vilé e Lina Itagaki e lo spaesamento della pubertà raccontato dalla norvegese Magnhild Winsnes “Quando tutto cambia” ( 29 novembre h 15 presso la Biblioteca Salaborsa Ragazzi).

A tutto questo si aggiungono la grande mostra di Alberto Breccia promossa e organizzata da Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna in collaborazione con Comune di Bologna – Istituzione Biblioteche Bologna; sei laboratori e tre mostre per bambini e bambine; gli incontri, le dediche e le diciotto mostre del circuito BBB Off. Anche quest’anno il centro del festival è la Biblioteca Salaborsa, dove si trovano l’infopoint, il bookshop e lo spazio dediche. La biblioteca è anche la sede dei laboratori per bambine e bambini.

Consulta QUI il programma completo.