I racconti di È solo paura editi da Città Nuova sono una selezione, curata da Carlo Albarello e Assunta Di Febo, di quelli giunti da tutta Italia per il concorso Scriviamoci 2019 (V edizione), promosso dal MIBACT Centro per il libro e la lettura e dall’Atlante digitale del Novecento letterario, in collaborazione con il Ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale e con il Ministero dell’Istruzione, dell’università e della ricerca.

Dieci studenti riportano le loro esperienze e riflessioni su temi cruciali come l’integrazione e il razzismo. E lo fanno con parole con le quali convivono quotidianamente, qualcuno anche soffrendo sulla propria pelle l’essere invisibili perché considerati diversi. Profondi, mai banali ed emozionanti, gli scritti dei ragazzi colpiscono soprattutto perché dimostrano ancora una volta che il tema scelto per il concorso, “tolleranza, pluralismo, diversità”, non li lascia indifferenti.

Primo classificato “Mio fratello” di Franco D’Andria, un’intima elaborazione del significato dell’essere fratelli anche quando a legare non è il sangue.

“Non mi importa niente della sua pelle o di qualunque altra cosa, di cui secondo gli altri mi dovrei preoccupare, perché io e Micheal siamo liberi, liberi di essere diversi” (pag. 12).

GLI AUTORI

Carlo Albarello, a lungo insegnante di lettere al liceo classico Virgilio di Roma, lavora oggi al Centro per il libro e la lettura. Ha ideato e coordinato l’attività dell’Atlante digitale del Novecento letterario ed è membro dell’Associazione degli italianisti. Scrive su «Huffington post» e colla­bora con l’università di Roma La Sapienza, dove tie­ne seminari sui rapporti tra letteratura, architettura e psicoanalisi. Per Città Nuova, insieme a Paolo Di Pa­olo, ha scritto C’erano anche ieri i giovani di oggi (2018).

Assunta di Febo, dal 1978 nella pubblica amministrazione, ha lavorato nell’ambito della di­dattica in diversi settori.  È stata responsabile dei progetti di promozione della lettura dedicati al mondo della scuola dal Centro per il libro e la lettura. Con C. Albarello ha curato Noi e gli altri (2018).