In occasione del Giorno della Memoria 2020 la Biblioteca nazionale centrale di Roma inaugura lunedì 27 gennaio un nuovo spazio dedicato a Primo Levi all'interno del museo Spazi900, ideato e progettato da Andrea De Pasquale e curato da Eleonora Cardinale. All'interno della seconda Galleria degli scrittori, tra chi ha vissuto direttamente e chi indirettamente i tragici eventi della Storia, di fronte alla sezione dedicata ad Alberto Moravia e Natalia Ginzburg, il visitatore sarà accompagnato alla scoperta della vita e dell’opera di Primo Levi. 


Oltre a prime edizioni e documenti autografi, sarà possibile vedere una pagina autografa di Se questo è un uomo, rarissimo ed eccezionale testimone manoscritto dell’opera, recentemente ritrovato e acquisito dalla Biblioteca nazionale.

Il percorso espositivo, composto da pannelli iconografici e biografici, è arricchito da due video che documentano il viaggio di andata e di ritorno da Auschwitz di Primo Levi, realizzati e gentilmente concessi dal Centro internazionale di studi Primo Levi di Torino.

Dal 27 gennaio si può visitare la nuova sezione dedicata a Primo Levi anche virtualmente sul portale Spazi900 dal sito della Biblioteca: http://digitale.bnc.roma.sbn.it/tecadigitale/spazi900.