Dal 26 al 28 maggio la nuova  edizione del Premio Gregor von Rezzori - Città di Firenze per la narrativa straniera e traduzione, promosso dal Centro per il libro e la lettura e patrocinato dalla Regione Toscana, va on line: gli incontri con gli scrittori e i traduttori saranno coronati da une lettura di Fabrizio Gifuni della traduzione premiata quest'anno, Cime tempestose. Si comincia alle 17 con i saluti del sindaco Dario Nardella, l'introduzione di Ernesto Ferrero e la Lectio Magistralis di Jennifer Clement Poesie ed errori.

Il 14 maggio scorso la giuria, presieduta da Ernesto Ferrero e composta da Beatrice Monti della Corte, Andrea Bajani, Andrea Landolfi, Alberto Manguel, Maylis de Kerangal ed Edmund White, ha annunciato la cinquina del Premio, così composta: Rawi Hage con 'Il gioco di De Niro' (Playground), tradotto da Anna Tagliavini; Khaled Khalifa con 'Morire ė un mestiere difficile' (Bompiani), tradotto da Maria Avino; Philippe Lançon con 'La traversata' (Edizioni E/O), tradotto da Alberto Bracci Testasecca; Richard Powers con 'Il sussurro del mondo' (La Nave di Teseo), tradotto da Licia Vighi e Samanta Schweblin con 'Kentuki' (Sur), tradotto da Maria Nicola. Il premio per la migliore traduzione in italiano è stato assegnato da Andrea Landolfi a Monica Pareschi per la traduzione di 'Cime Tempestose' (Wuthering Heights) di Emily Brontë, pubblicato da Einaudi.

I vincitori si sarebbero dovuti ritrovare a Firenze dal 26 al 28 maggio per una serie di incontri con i lettori e con i loro traduttori, al termine dei quali durante una cerimonia a Palazzo Vecchio sarebbe stato proclamato il vincitore di questa edizione in cui ricorre anche il ventennale della Fondazione Santa Maddalena. A causa della pandemia il premio si svolgerà solo online, un modo per riaffermare ancora una volta il valore della letteratura. "Questo é un anno fuori dal comune - spiega Beatrice Monti, ideatrice del Premio - malgrado questo non abbiamo voluto rinunciare alle nostre belle tradizioni; ma date le condizioni in cui si trova il mondo intero abbiamo cercato di condividere in un altro modo le letture e premiare gli straordinari talenti che non sono stati toccati dall'epidemia. Crediamo fermamente che la lettura sia una panacea efficace se non altro per la nostra mente. Il nostro programma ve ne darà la prova".

Sarà possibile seguire il Festival sul sito www.cinemalacompagnia.it, la Casa del Cinema della Regione Toscana e sui canali social del Premio.