Parte il Premio Strega 2021: annunciati i primi 5 libri segnalati dalla giuria degli Amici della domenica. I titoli sono apparsi sul sito web dello storico festival letterario, che quest’anno è giunto alla sua 75^ edizione.

 

 

“Noi” (Bompiani) di Paolo Di Stefano è stato proposto da Luca Serianni che nella motivazione lo definisce “un romanzo di grande spessore, per la capacità di rappresentare con originalità situazioni e personaggi e per la matura duttilità della tenuta espressiva”, mentre è Domenico Starnone a proporre il giallo “Questo giorno che incombe” (HarperCollins Italia) di Antonella Lattanzi definendolo “una realissima finzione dell’oggi” con una “scrittura potente”.

Terzo titolo in gara è “La notte si avvicina” (Bompiani) di Loredana Lipperini su proposta di Romana Petri: “Una lingua che avvolge, una fantasia debordante e un occhio attento ai cambiamenti epocali – si legge nella motivazione - fanno di questo romanzo uno dei migliori pubblicati nel 2020”. È poi il turno de “I divoratori” di Stefano Sgambati su proposta di Daria Bignardi che lo definisce “un romanzo coraggioso” di uno scrittore “che meriterebbe più attenzione sia dai lettori che dagli addetti ai lavori”. Chiude questa prima lista di candidati al Premio Strega “Due Vite” (Neri Pozza) di Emanuele Trevi su proposta di Francesco Piccolo che lo definisce “un libro capace di trasformare l'intimità e la malinconia in letteratura, rendendole universali e avvicinandole alle vite di tutti. Ed è un libro che non assomiglia a nessun altro”.

A questi titoli se ne aggiungeranno presto altri e le indiscrezioni sui prossimi candidati continuano a circolare negli ambienti letterari. Come riporta l’Ansa, è quasi certo che tra le proposte per Mondadori ci saranno Teresa Ciabatti con il suo nuovo romanzo “Sembrava bellezza” e Antonio Pennacchi con “La strada del mare”. Per Einaudi circolano il nome di Nicola Lagoia con “La città dei vivi”, già vincitore dello Strega nel 2015 con “La ferocia”, e di Donatella Di Pietrantonio con “Borgo Sud”. Per Rizzoli si fa il nome di Silvia Avallone con “Un'amicizia”, mentre ancora per Bompiani potrebbe essere candidato “L'acqua del lago” di Giulia Caminito.

Gli Amici della domenica hanno tempo fino al 5 marzo per inviare le loro segnalazioni poi toccherà al Comitato direttivo scegliere i 12 titoli in gara. A causa dell’emergenza sanitaria non è stato ancora definito un calendario degli eventi. Verso i primi di giugno sarà annunciata la cinquina finale e, Covid permettendo, il premio potrebbe tornare nella sede di Casa Bellonci, in via Fratelli Ruspoli a Roma, per la premiazione finale.