La staffetta letteraria digitale promossa dal Centro per il libro e la lettura insieme a 12 Istituti Italiani di Cultura all'estero, in collaborazione con La Lettura del Corriere della Sera, è stata presentata il 16 marzo scorso a Milano, nella Sala Buzzati della Fondazione Corriere della Sera.

L’iniziativa, ideale preludio dell'edizione 2021 della campagna Il Maggio dei Libri, coinvolge gli Istituti di Berlino, Monaco, Londra, Madrid, Rabat, Tunisi, Mosca, Varsavia, Instanbul, Parigi, Rio de Janeiro e San Francisco. All’evento di presentazione, trasmesso in diretta streaming su Corriere.it e sulle pagine Facebook del Corriere della Sera e di La Lettura, hanno preso parte anche Marino Sinibaldi e Angelo Piero Cappello, Presidente e Direttore del Centro per il libro e la lettura. La data inaugurale, 21 marzo, coincide con la Giornata mondiale della Poesia, mentre quella di chiusura, momento culminante della staffetta, è il Dantedì (25 marzo).

Il calendario degli appuntamenti di "Dante nel mondo"

Domenica 21 Marzo: ore 11 Berlino, ore 18 Monaco

Lunedì 22 Marzo: ore 11 Londra, ore 18 Madrid

Martedì 23 Marzo: ore 11 Rabat, ore 18 Tunisi

Mercoledì 24 Marzo: ore 11 Mosca, ore 18 Varsavia

Giovedì 25 Marzo: ore 10 Istanbul, ore 12 Parigi, ore 15 Rio de Janeiro, ore 18 San Francisco

pdf Il programma dettagliato

"La forza della figura di Dante ci dice tanto delle potenzialità della nostra cultura, che troppo spesso noi stessi guardiamo con pessimismo - ha detto Marino Sinibaldi in un video saluto - C'è molto da fare per diffondere la cultura italiana nel mondo e questo anniversario ci fornisce la possibilità di utilizzare la potenza di Dante come una chiave per aprire un portone di relazioni e di presenza della nostra cultura. Sarebbe auspicabile per la cultura italiana uscire da una condizione limitata per affermarsi, a partire da una sua grande e indiscutibile tradizione fino ai contenuti innovativi che ancora riesce a esprimere".

Gli fa eco Angelo Piero Cappello: "Dante è un marchio riconoscibile dell'Italia all'estero, è stato tradotto in tutte le lingue del mondo e vederlo recitato in lingua straniera è veramente un'esperienza straordinaria. Dante ha costruito un edificio linguistico e di valori all'interno del quale è cresciuta l'Italia, prima come comunità linguistica e culturale e solo dopo secoli come entità politica e nazionale. Tutto questo è ampiamento riconosciuto all'estero".

All'evento on line di presentazione, moderato da Antonio Troiano, responsabile della redazione Cultura del “Corriere della Sera” e de “la Lettura”, hanno preso parte anche Maria Carolina Foi, Direttrice dell'Istituto Italiano di Cultura di Berlino, Maria Vittoria Longhi, Direttrice dell'IIC di Tunisi e Salvatore Schirmo, Direttore dell'IIC di Instanbul.

Qui il video della presentazione.