Menu
  • Libri e Riviste d’Italia nasce nel 1950 con il titolo ‘Libri e riviste’, nell’ambito del Dipartimento per l’informazione e la proprietà letteraria della Presidenza del Consiglio dei ministri, come rassegna di informazione culturale e bibliografica. Nel 1958 assume il titolo attuale e dal 1976, con la costituzione del Ministero per i beni culturali e ambientali, passa alla Divisione editoria, accrescendo progressivamente i propri contenuti.

    Nel 2005 viene avviata una nuova serie con l’obiettivo di adeguare il periodico, sia nei contenuti che nella presentazione grafica, ai profondi rivolgimenti che hanno caratterizzato i modi e le forme della comunicazione negli ultimi anni. Dal 2010 diventa rivista ufficiale del Centro per il libro e la lettura, articolata in 5 rubriche, Focus, Indagini, Esperienze, Documenti e Materiali, I Libri.

    Il quadrimestrale, attualmente pubblicato online, si presenta come uno strumento di informazione e nel contempo come luogo di approfondimento delle tante tematiche inerenti al mondo del libro. Così concepita, la rassegna si propone di raggiungere sia gli “addetti ai lavori” (operatori culturali, editori, autori, bibliotecari, docenti, librai, ecc.), sia il pubblico più vasto, concorrendo alla realizzazione delle finalità della promozione del libro italiano e della diffusione della lettura.
    Il Centro per il Libro e la Lettura insieme alle Biblioteche di Roma e l’Associazione PlaytownRoma hanno iniziato con il Premio “Scelte di Classe. Leggere in circolo” un nuovo percorso, giunto al suo secondo anno di vita, che nasce dalla fusione tra due affermati premi romani, il “Premio Biblioteche di roma. ragazzi” e “Scelte di Classe”. Per la prima volta, l’intera filiera editoriale lavora insieme a un progetto che investe tutta la città. Naturalmente, i protagonisti sono sempre loro, i bambini e i ragazzi, perché l’obiettivo resta lo stesso: suscitare il piacere della lettura, far nascere la passione e l’amore per i libri, coinvolgendo chi i libri li fa, li scrive e li racconta durante l’anno. La sfida non è solo unire diversi pensieri, ma farli vivere in una forma del tutto nuova, più adeguata alle necessità di questi anni; un percorso in grado di sperimentare forme di partecipazione diretta, per valorizzare la scuola e le singole professionalità, per un percorso che non ha solo l’obiettivo di far leggere, ma vuole agire, durante un intero anno, sulla qualità e modalità di lettura di bambini e ragazzi della città. La selezione delle cinquine finaliste è il frutto di un lavoro attento legato alle opere migliori dell’anno, dedicate all’editoria per bambini e ragazzi pubblicate per la prima volta in Italia. Alle scuole e ai suoi circoli di lettura, il compito di premiare il miglior libro delle cinque categorie in concorso (3-5, 6-7, 8-10, 11-13, 14-16 anni); quello che per coraggio, innovazione e coerenza sarà riuscito a colpirli al cuore.
    In vitro. Un progetto sperimentale di promozione della lettura, Roma, Centro per il libro e la lettura, 2016

    La pubblicazione presenta il report finale del progetto In vitro, che intende dar conto di un percorso originale e complesso che ha impegnato il Centro per il libro e la lettura per circa tre anni e mezzo.

    I vari interventi presenti all’interno del volume testimoniano una partecipazione che ha coinvolto alcuni dei migliori esperti nel campo della lettura del nostro paese e, in modo particolare, dell’educazione alla lettura tra i più piccoli, ma anche e soprattutto operatori appassionati nei vari territori, regioni, province e comuni, in cui il progetto si è realizzato.

    Il volume vuole essere uno strumento di studio e di riflessione per coloro che vogliono ripercorrere, attraverso il testo, il lavoro svolto in questi anni dai territori coinvolti nel progetto In vitro e da tutti coloro che hanno collaborato alla sua realizzazione.
    Il nostro Latino. Risorse del latino e latino come risorsa [atti del convegno, 5 maggio 2008]. A cura di Carla Fini e Marina Panetta, Roma , Centro per il libro e la lettura, 2010 (stampa Iacobelli), 101 p., tav.

    “Il 5 maggio 2008, nello splendido Salone Vanvitelliano della Biblioteca Angelica di Roma, si è tenuto un Convegno di alto livello scientifico disciplinare sul tema: Il nostro Latino. Risorse del lattino e latino come risorsa. L’iniziativa, dedicata al latino come risorsa non solo intellettuale ma anche spirituale, è nata dall’esigenza di sostenere un progetto educativo teso a recuperare i valori umanistici, cristiani, suscitando il più vivo interesse per gli studi classici”. (card.R. Farina)

    Sottocategorie

    {"url":"index.php?option=com_content&view=category&layout=blog&id=25&Itemid=269"}
    {"url":"index.php?option=com_content&view=category&layout=blog&id=25&Itemid=269"}
    Vuoi restare aggiornato sulle nostre attività?

    Powered by ChronoForms - ChronoEngine.com