Libri e Riviste d’Italia nasce nel 1950 con il titolo ‘Libri e riviste’, nell’ambito del Dipartimento per l’informazione e la proprietà letteraria della Presidenza del Consiglio dei ministri, come rassegna di informazione culturale e bibliografica. Nel 1958 assume il titolo attuale e dal 1976, con la costituzione del Ministero per i beni culturali e ambientali, passa alla Divisione editoria, accrescendo progressivamente i propri contenuti.

 



Nel 2005 viene avviata una nuova serie con l’obiettivo di adeguare il periodico, sia nei contenuti che nella presentazione grafica, ai profondi rivolgimenti che hanno caratterizzato i modi e le forme della comunicazione negli ultimi anni. Dal 2010 diventa rivista ufficiale del Centro per il libro e la lettura, articolata in 5 rubriche, Focus, Indagini, Esperienze, Documenti e Materiali, I Libri.

Il quadrimestrale, attualmente pubblicato online (e consultabile sulla Biblioteca Virtuale delle Pubblicazioni Ufficiali dello Stato per i numeri a partire dal 2013), si presenta come uno strumento di informazione e nel contempo come luogo di approfondimento delle tante tematiche inerenti al mondo del libro. Così concepita, la rassegna si propone di raggiungere sia gli “addetti ai lavori” (operatori culturali, editori, autori, bibliotecari, docenti, librai, ecc.), sia il pubblico più vasto, concorrendo alla realizzazione delle finalità della promozione del libro italiano e della diffusione della lettura. pdf Libri e Riviste d’Italia 1/2017 (DOWNLOAD) pdf Libri e Riviste d’Italia 1/2016 (DOWNLOAD) pdf Libri e riviste d'Italia 2/2015 (DOWNLOAD) pdf Libri e riviste d'Italia 1/2014 (DOWNLOAD) pdf Libri e riviste d'Italia 2/2014 (DOWNLOAD)